Hai bisogno di un sito web o di consulenza marketing per il tuo studio dentistico o la tua azienda? Clicca qui

COS'È LO SBIANCAMENTO DENTALE?
Prima di capire se lo sbiancamento dentale fa male, partiamo dalle basi: cos’è lo sbiancamento dentale? Sotto questo termine rientra, genericamente, qualsiasi trattamento che porta i denti ad apparire più bianchi, oggi parleremo dello sbiancamento dentale professionale.

Si tratta di una procedura che permette di migliorare il colore dei denti, rendendoli sicuramente più bianchi. I denti per natura si presentano in tonalità che possono variare dal giallino chiaro al grigio al marrone. Di norma ci si rivolge al proprio dentista per un simile trattamento, grazie alle tecniche e alle strumentazioni all’avanguardia che può utilizzare per risolvere la situazione e migliorare l’estetica del sorriso.

È bene però tener presente che il colore dei denti dipende moltissimo dalla genetica del singolo individuo, fattore che verrà preso in considerazione anche dall’odontoiatra in fase di valutazione della condizione della bocca.

LO SBIANCAMENTO DENTALE FA MALE?
Spesso ci si chiede se lo sbiancamento dentale fa male allo smalto. La risposta è no: eseguendo lo sbiancamento professionale è garantito che lo smalto rimanga intatto e che i denti non subiscano danni. Discorso differente va fatto per i kit e le tecniche di sbiancamento fai da te, non sempre rispettosi dello smalto dei denti.

Ma cosa succede durante la seduta? Altrettanti pazienti ci chiedono se lo sbiancamento dentale fa male ai denti proprio durante la seduta, noi rispondiamo che il paziente potrà sentire una sensazione di calore e successivamente al trattamento una sensibilità maggiore dei denti, ciò non vuol dire che lo sbiancamento dentale fa male, questi effetti dureranno un paio di giorni e poi svaniranno, lasciando il sorriso bello e splendente!

Vuoi fare uno sbiancamento o farci altre domande sul trattamento?
Contattaci

Sito web:

Categoria: Altro Pazienti